Persephone Books si trova dal 1998 in Lamb Conduit street, una stradina poco distante dalla stazione metro di Russell Square a Londra.

Questa piccola libreria ripubblica libri di scrittrici dimenticate del ventesimo secolo. La casa editrice permette ai lettori di rivivere una nuova primavera come Persefone, che si ricongiunge con la madre dopo sei mesi nell’oblio dell’Ade. Il colore della copertina dei libri è grigio, simile al limbo nel quale queste storie sono cadute. Nei risguardi all’interno sono stampati i motivi dei tessuti che andavano di moda nell’anno in cui sono usciti.

La fondatrice è Nicola Beauman, la stessa che scrisse nel 1983 il romanzo A very great profession (Una gran bella professione), la storia sociale delle donne della classe media inglese nel periodo tra le due guerre visto attraverso i romanzi.

Nel catalogo sono presenti ben 122 titoli, tra i quali ci sono diverse sorprese avanguardiste.

The Home-maker (La Casalinga, 1924) di Dorothy Canfield Fisher, a dispetto del nome, racconta di una casalinga perfezionista e dispotica nei confronti dei suoi bambini, con un marito insoddisfatto del lavoro e della vita in casa. Un incidente, che costringerà quest’ultimo sulla sedia a rotelle, cambierà i loro ruoli famigliari, rivelandosi benefico per entrambi. In Consequences (Conseguenze, 1919) di EM Delafield la protagonista, Alex Clare, si rifiuta di sposare l’unico uomo disponibile, a causa del suo carattere difficile, e pensa che non ci sia altra soluzione che rinchiudersi in convento.  Il romanzo è un’aspra critica ai valori di una società ancora vittoriana. Un excursus sulla condizione della donna dal 1910 al 1975 è fatto da A Woman’s Place: 1910-75 (Il posto di una donna, 1975) di Ruth Adam, che parte dalle suffragette fino ad arrivare alla contraccezione.

Come scelgono i loro libri? Nei modi più disparati possibile: negozi di seconda mano, pubblicità di vecchie pubblicazioni, volumi non ristampati. Miss Pettigrew lives for a Day (Miss Pettigrew vive per un giorno, 1938), sul quale hanno fatto un film con Amy Adams nel 2008, è stato portato da un cliente nell’ufficio editoriale, ad esempio.

I libri possono essere ordinati sul loro sito o su Amazon.it. A questo proposito, pare che Benedict Cumberbatch abbia acquistato il suo regalo di compleanno alla moglie.

Il negozio è sempre aperto…tranne alle quattro del pomeriggio, quando si ferma per la pausa tè e torta.